logo
  • Email
    dozza@annadozza.com
  • Telefono
    +39 347 9694157
gravidanza-1-1728x800_c - Copia

Durante la gravidanza e l’allattamento è estremamente importante essere attente alla quantità ed alla qualità di ciò che si mangia, questo per far sì che si ottimizzi il proprio stato di salute e per evitare problematiche allo sviluppo del feto.

In gravidanza l’apporto calorico e l’aumento del peso consigliato variano a seconda che si sia in normopeso, sottopeso o in obesità.

 Aumento di peso durante la gravidanza

Situazione di peso all’inizio della gravidanza Aumento nelle prime 20 settimane Aumento di peso nelle settimane successive alla 20° Aumento complessivo auspicabile
Normopeso(IMC tra 18.5 e 25) 3.5 Kg 0.5 Kg a settimana Tra 11.4 e 16 Kg
Sovrappeso(IMC tra 25 e 30) 2.5 Kg 0.35 Kg a settimana Tra 7 e 11.5 Kg
Obesità(IMC > 30) 2.2 Kg 0.25 Kg a settimana ~ 7 Kg
Sottopeso(IMC <18.5) 4 Kg 0.6 Kg a settimana Tra 12.5 e 18 Kg

(Indice di Massa Corporea o IMC = peso : altezza x altezza)

Le indicazioni nutrizionali rispecchiano le linee guida formulate per tutti, salvo una maggiore attenzione per:

supplementazione dell’ acido folico (vitamina B9), la cui carenza potrebbe provocare nel feto la spina bifida. Quindi, utilizzo di  integratori ed un maggior consumo di quegli alimenti che ne sono ricchi (vegetali a foglia larga, succo d’arancia, fagioli e piselli). Sarebbe auspicabile iniziare l’integrazione di acido folico 3-4 settimane prima del concepimento fino alla 12^ settimana.

Adeguata copertura di proteine e ferro, grazie al consumo di pesce, carne bianca, uova, legumi.
Da sfatare che è possibile avere una buona copertura in Ferro anche per chi è vegetariano, e questa tabella lo può dimostrare.

Contenuto di ferro negli alimenti vegetali e in alcune carni (mg di ferro in 100 g di alimento al netto )

Alimento Ferro(mg)
Cacao amaro in polvere  14.3
Crusca di frumento 12.9
Germe di frumento 10.0
Fagioli borlotti, Fagioli dall’occhio e canellini, Lenticchie 9.0-8.0
Radicchio verde, Pistacchi 7.8-7.3
Soia, Ceci, Pesche secche, Anacardi  6.9-6.0
Muesli, Lupini, Albicocche disidratate e secche, Rucola, Fave, Cioccolato fondente 5.6-5.0
Piselli, Farina d’avena, Grano saraceno 4.5-4.0
Carne di cavallo 3.9
Prugne secche, Fette biscottate, Frumento duro 3.9-3.6
Olive, Arachidi tostate, Pesche disidratate, Miglio, Frumento tenero, Nocciole e Uva secca 3.5-3.3
Agnello cotto 3.2
Farina di frumento integrale, Mandorle, Fichi secchi, Riso parboiled, Spinaci 3.0-2.9
Daino e Faraona 2.8
Datteri, Noci, Pane integrale, Mais 2.7-2.4
Vitello 2.3
Vitellone, Maiale, Tacchino, Gallina 1.9-1.6
Fonte:  Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN). Tabelle di Composizione degli Alimenti, aggiornamento 2000, ©INRAN 2000, EDRA.

Comunque, sarà il medico a valutare se sia necessario una supplementazione di Ferro.

Anche il  fabbisogno di Calcio dovrà essere aumentato, e gli alimentati da cui approvvigionarsi sono : mandorle, semi di sesamo, verdure a foglia verde, latte di soia arricchito di Ca., ma anche alcuni tipi di acqua.

Si consiglia di consumare cereali non raffinati, questo anche per evitare la stipsi, così frequente in questo periodo.

Consumare molta verdura (ben lavata) e 2-3 porzioni di frutta al giorno.

Bere acqua in abbondanza: da 1 litro 1/2 a 2 al giorno.