logo
  • Email
    dozza@annadozza.com
  • Telefono
    +39 347 9694157
W

Il primo incontro

• il primo incontro dura mediamente un’ora, inizialmente focalizzo i motivi che hanno portato il paziente da me (possono essere estetici, di salute o rivolti all’educazione alimentare) e si valuta insieme il grado di motivazione;

• mi informo su eventuali patologie in corso o pregresse;

• raccolgo la storia del paziente e il suo andamento del peso nel tempo, con particolare attenzione alla storia dei suoi precedenti successi o insuccessi con le diete seguite in precedenza;

• cerco di conoscere le abitudini alimentari sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo, i gusti, la distribuzione dei pasti nella giornata, dove vengono consumati, ecc…

• lo stile di vita e l’attività fisica svolta;

• passo poi alla raccolta dei parametri fisici: peso corporeo, esame impedenziometrico (per la valutazione della percentuale di acqua, massa grassa e massa magra), altezza, circonferenze vita – fianchi e polso, calcolo del BMI, per definire il grado di sovrappeso o obesità.

• a questo punto, nel caso di dimagrimento, si decide insieme l’obiettivo del peso corporeo da raggiungere e lo strumento dietetico con cui lavorare.

Per strumento dietetico intendo: il diario alimentare, lo schema dietetico tradizionale o quello con l’utilizzo delle porzioni, anziché dei pesi, oppure altre varianti.
La scelta cadrà sullo strumento che la persona ritiene più confacente alla sue abitudini familiari, lavorative o semplicemente alla sua predisposizione.

Qualsiasi programma si scelga, questo dovrà piacere e sposarsi al meglio con chi lo dovrà seguire!

Si concorderà anche l’attività fisica che il paziente è disposto ad intraprendere, meglio poca, ma costante, che il contrario.

Bisogna ricordare che per migliorare il proprio stile di vita occorre pazienza e soprattutto la consapevolezza che i buoni risultati, quelli che durano nel tempo, si raggiungono passo dopo passo, senza troppa fretta.

Le visite di controllo

I successivi incontri, finalizzati al controllo, hanno scadenza diversa a seconda del metodo con cui si è deciso di lavorare:
• nel caso si sia optato per il diario alimentare, consiglio un controllo a settimana per il primo mese, poi si passerà ad uno ogni 15/20 giorni e la durata del controllo è di circa 30/40 minuti;

• se si sceglie lo schema dietetico, il primo controllo lo si farà dopo 15 giorni dall’inizio della dieta e i successivi concordati con il paziente. Durante i controlli si valuteranno la risposta dell’organismo allo schema nutrizionale e l’aderenza a questo, le eventuali difficoltà riscontrate, ecc…

Nel caso in cui esistano difficoltà ad effettuare i controlli per problemi di orario o di distanza, potremmo “incontrarci” su Skype o utilizzare le e-mail, fermo restando che la prima visita si effettuerà in ambulatorio.

A fine percorso si imposterà un nuovo piano alimentare per ottenere il mantenimento del peso raggiunto.

Onorario

1°Incontro
110 euro

I controlli
30 euro per la valutazione dei risultati di chi segue lo Schema alimentare.
35 euro per analizzare il Diario, dare spunti di riflessione e indicazioni nutrizionali.

Detrazione spese sanitarie

Le prestazioni rese dai Dietisti (operatori tecnico sanitari di cui al Decreto del Ministero della Sanità 14.9.94) danno diritto a detrazione del 19% ai sensi dell’art. 15, comma 1, lett. c), TUIR in relazione alle spese sanitarie, a condizione che le stesse siano prescritte da un medico.

Ai fini della detrazione le spese devono essere documentate da fattura emessa dal dietista e da prescrizione medica.

[/vc_column][/vc_row]